Contributo per i servizi di baby-sitting e per i servizi all’infanzia di cui all’articolo 4, comma 24, lett. b), della legge n. 92/2012.

Istruzioni per la presentazione delle domande nell’anno 2018.

Scarica documento/sentenza

A partire dall’anno 2016 il contributo è stato riconosciuto:
1. alle lavoratrici dipendenti e alle lavoratrici iscritte alla Gestione separata (nel limite di
spesa di 20 milioni di euro), dall’articolo 1, comma 282, della legge 28 dicembre 2015, n.
208 (c.d. legge di stabilità 2016), ferme restando le disposizioni attuative contenute nei
D.M. 22 dicembre 2012 e 28 ottobre 2014;
2. alle lavoratrici autonome (nel limite di spesa di 2 milioni di euro), dall’articolo 1, comma
283, della citata legge n. 208/2015 secondo le disposizioni attuative contenute nel D.M. 1
settembre 2016.
Il beneficio in argomento è stato altresì prorogato per il biennio 2017–2018 dall’articolo 1,
commi 356 e 357, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (c.d. legge di bilancio 2017) sia per le
lavoratrici dipendenti e per le lavoratrici iscritte alla Gestione separata (nel limite di spesa di
40 milioni di euro per ciascuno dei due anni), sia per le lavoratrici autonome (nel limite di
spesa di 10 milioni di euro per ciascuno dei due anni), ferme restando le disposizioni attuative
contenute nei D.M. 22 dicembre 2012, 28 ottobre 2014 e 1 settembre 2016.
Con il decreto-legge n. 25/2017, convertito dalla legge 20 aprile 2017, n. 49, è stata disposta
l'abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio con conseguente possibilità di
utilizzare i buoni (voucher) per prestazioni di lavoro accessorio fino al 31 dicembre 2017.
In conseguenza della menzionata disposizione, l’articolo 54-bis del decreto-legge n. 50/2017,
convertito dalla legge n. 96/2017, ha previsto che il contributo di cui all'articolo 4, comma 24,
lett. b), della legge 28 giugno 2012, n. 92, per l'acquisto di servizi di baby-sitting, sia erogato
mediante la modalità del “Libretto Famiglia”.
Pertanto, a partire dall’anno 2018 il voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting viene
rinominato “Contributo per l’acquisto di servizi di baby-sitting” e viene erogato secondo le
modalità previste per il “Libretto Famiglia”.
Si precisa, al riguardo, che i voucher già acquisiti telematicamente entro il 31 dicembre 2017
continueranno ad avere validità fino al 31 dicembre 2018.

Newsletter

Vuoi ricevere ogni giorno nella tua casella e-mail l'ultima sentenza della Corte Suprema di Cassazione della disciplina prescelta?

Social network

Dove siamo